La Festa della Sensa è una delle più antiche feste veneziane.

Ogni anno si rinnova l’antico rito che celebra il legame indissolubile tra Venezia e l’acqua.

È l’acqua che disegna la trama di Venezia e che anche oggi ne scrive la storia, racconta la città e le abitudini dei veneziani.

La Festa della Sensa venne istituita intorno all’anno 1000 in occasione della conquista della Dalmazia da parte del doge Pietro Orseolo.
La nave del doge, il Bucintoro, guidava la solenne processione di barche verso il porto del Lido. Raggiunta la bocca di porto il doge lasciava cadere in acqua un anello, pronunciando le seguenti parole:

“Ti sposiamo, mare. In segno di vero e perpetuo dominio”

Ancora oggi attraverso lo Sposalizio del Mare si rinnova la tradizione.
La Festa della Sensa si celebra la domenica dopo l’Ascensione (Sensa in dialetto veneziano).

Un corteo composto da barche tradizionali a remi parte da San Marco per raggiungere la Bocca di Porto di San Nicolò.

Qui nelle acque antistanti alla Chiesa di San Nicolò, protettore dei naviganti e degli zattieri, è previsto il lancio in acqua di un simbolico anello per celebrare l’antica unione.

In occasione della Festa, si svolgono le Regate delle Schie e delle Maciarelle, organizzate dal Coordinamento delle Associazioni delle Remiere. Quest’anno le premiazioni si terranno presso l’Isola della Certosa.

Un’occasione in più per visitare l’isola e vivere la magia della tradizione dello Sposalizio del Mare.

Le nostre proposte di soggiorno

Se questo articolo ti ha interessato scopri alcune delle nostre proposte di viaggio. Tutte sono personalizzabili e si possono adeguare alle vostre esigenze.

2019-02-07T12:03:16+02:00

Viaggio sostenibile a Venezia

La laguna è un'antica creazione della natura in equilibro con l'ingeno umano da scoprire in modo sostenibile in bici, in barca e in canoa.