Escursioni in bicicletta nella Laguna di Venezia

Ci sono tanti modi per scoprire le Terre di Venezia. In bicicletta, in barca e a piedi.

Oggi esploriamo il litorale e l’entroterra veneziano in bicicletta.

Scopri il territorio che circonda Venezia in bicicletta, accompagnato da guide narratrici di luoghi, immerso in paesaggi fuori dall’ordinario.

In sella alla bici, si parte!

Un’escursione alla scoperta di orti, fortificazioni, valli lagunari e Fenicotteri.

Si parte dai piccoli centri abitati lungo la costa. Si sfiora la spiaggia di Ca’ Savio con le dune naturali e il bosco litoraneo e si attraversano le geometrie degli orti con le primizie locali.
Canali e barene si alternano ai campi coltivati, alle case sparse, fino a Corte del Prà una bella piazza con villa padronale.

Qui la laguna conquista definitivamente la terraferma. La strada serpeggia sugli argini delle valli da pesca fino all’antico borgo di Lio Piccolo.  Solitario e circondato dalle acque della laguna, la quiete del borgo è interrotta solo dal volo e dai richiami di moltissime specie d’uccelli.

Altra attrattiva del luogo sono i Fenicotteri! Da alcuni anni questi trampolieri si sono insediati in Laguna e sono particolarmente numerosi a Lio Piccolo, dove li puoi osservare facilmente.

Un facile percorso lungo le Terre del Fiume Piave, tra borghi, boschi e corsi d’acqua.

La Litoranea Veneta è la via d’acqua che collega Venezia a Trieste.

Lungo l’antica via, si pedala da Cortellazzo, piccolo e suggestivo porto e borgo peschereccio sulla foce del Fiume Piave, alle terre di bonifica di Torre di Fine, Brian ed Eraclea. Su un ponte di barche si attraversa il fiume, considerato Sacro alla Patria perché divenne linea difensiva durante la Prima Guerra Mondiale.

Si prosegue alla scoperta di un territorio ricco di storia, cultura e tradizioni, che abbraccia le rinomate spiagge dell’Alto Adriatico.
Esplori un paesaggio costellato di piccoli borghi rurali, idrovore e opere idrauliche, oasi naturali e coltivazioni tipiche di terre sottratte all’acqua.

Un itinerario in bicicletta alla scoperta della storia del fiume Piave e della Laguna del Mort.

Il percorso inizia a Cortellazzo, supera il Piave e prosegue fino a Torre di Fine e poi si snoda lungo l’argine del Revedoli fino alla pineta di Eraclea nell’area di valle Ossi e della Laguna del Mort. È un tratto di mare separato dalle acque libere in seguito alla deviazione del Piave.

L’episodio risale al 1935, quando il fiume, nel suo corso artificiale, sfociava nella Marina di Eraclea.
Il 5 ottobre, in seguito a una piena senza precedenti, il fiume straripò, abbandonando il suo corso e aprendosi la strada per andare a sfociare nel suo attuale estuario a Cortellazzo. L’alveo del fiume rimase così isolato dal mare, trasformandosi in una piccola laguna di notevole interesse ambientale e faunistico.

Un tour in bicicletta e barca alla scoperta della Laguna nord di Venezia.

Si parte in bicicletta da Piazza Brescia a Jesolo Lido, si raggiungono le Conche di Cavallino e seguendo gli argini del Sile – Piave Vecchia, in un tuffo nella storia del territorio della Serenissima, si giunge fino a Lio Maggiore nella quiete delle valli da pesca della Laguna Nord.

Qui la ciclabile finisce e ci si concede una meritata pausa con uno spuntino, per chi lo desidera, presso l’agriturismo La Barena.
Da Lio Maggiore si sale sul “Pontoon Boat” (barca per trasporto bici e persone) e si raggiunge Cavallino, dopo una fantastica traversata lungo il canale dei Bari, immersi in un paesaggio lagunare di estrema bellezza.

Seguendo il canale Casson infine si raggiungono le porte del Cavallino e si ritorna con un’ultima pedalata alle spiagge dorate del litorale.

Scopri le Terre di Venezia in bici con Slowvenice

Le nostre proposte di soggiorno

Se questo articolo ti ha interessato scopri alcune delle nostre proposte di viaggio. Tutte sono personalizzabili e si possono adeguare alle vostre esigenze.

2019-02-07T12:03:16+02:00

Viaggio sostenibile a Venezia

La laguna è un'antica creazione della natura in equilibro con l'ingeno umano da scoprire in modo sostenibile in bici, in barca e in canoa.