In una terraferma veneziana ormai immersa nella frenesia dello shopping natalizio, c’è chi ha osato sfidare la fitta e fredda nebbia dei giorni scorsi e ha saputo cogliere  una giornata ricca di emozioni.

L’occasione è stata l’iniziativa “Boschi di Natale”, promossa dalla Regione Veneto e dalle Pro Loco del Veneto, che il 15 dicembre ha coinvolto la coop. Limosa nell’accompagnamento al Bosco Ottolenghi di Dese.
Tra antichi forti militari, radure, boschi e sentieri, il sole ci ha fatto il regalo più bello e con i suoi caldi raggi è sembrato risvegliare, seppur per poco, una natura addormentata nel torpore invernale.

In questo scenario ci siamo immersi in un’escursione alla scoperta del Bosco di Mestre per conoscerne le antiche origini, condividere la volontà di chi ha lottato per farlo nascere e far sì che tutti possano e vogliano contribuire alla sua sopravvivenza.
Ma come si può imparare a conoscere un bosco d’inverno? Certo è un’impresa difficile, ma basta saper cogliere gli indizi giusti e il gioco è fatto!
Così abbiamo incontrato la Farnia, antica signora delle nostre pianure dalla foglia inconfondibile, il Carpino bianco suo fedele amico dal tronco sinuoso, ancora ricolmo di foglie ormai ingiallite dal freddo. E poi l’Olmo dalle foglie asimmetriche, il Nocciolo vellutato, l’Acero palmato e ancora il Frassino, il Pioppo, il Salice e molti altri.
Ci siamo raccontati storie e aneddoti sui nostri boschi e siamo tornati a casa arricchiti e più consapevoli. Perché il modo migliore per amare e proteggere un luogo è proprio quello di conoscerlo.

laboratori-didattici-venezia

A conclusione di questa splendida passeggiata, gli amici della Pro Loco ci hanno accolti con un ricco buffet di prodotti tipici locali che si è rivelato in realtà essere un vero e proprio pranzo coi fiocchi, con tanto di risotto al radicchio e dolcetti sfiziosi.

Insomma una giornata meravigliosa e non ci resta che attendere il bis!
Grazie a tutti e alla prossima avventura..

Scopri i nostri laboratori didattici in ambiente: qui